50 – Scuola in Croce

di Carlo Cornaglia

L’Europa infame  tolse  il crocifisso / dalle aule scolastiche statali.
Per tutti i farisei s’aprì un abisso: / dover pregare nelle Cattedrali.
In questi spaventevoli frangenti / fecero a gara  i bacchetton nostrani
a suon d’ imprecazioni e di tormenti: / “Senza radici  non andrem lontani!”

NO, al crocefisso nella scuola pubblica,
SI,  all’emblema della Repubblica
NO, al crocefisso nella scuola pubblica,
SI,  all’emblema della Repubblica.

Un modesto consiglio sia permesso / per superare il tragico sconforto
e giungere ad onesto compromesso / senza levare  Gesù Cristo morto.
Si metta il crocifisso volto al muro:  chi non ci crede  si consolerà,
e per il clericale falso e puro / lo scenario immutato resterà.

Ritornello

Così Gesù non vede i farisei / che lo vogliono appeso nelle scuole,
dalle materne fino agli atenei / ma poi non fanno quello che lui vuole.
Né può vedere che chi giammai l’ha offeso / quei testardi laicisti mezzi matti
che lo voglion soltanto in chiesa appeso, contano proprio come quattro gatti.


Ritornello

 

 

 

 

Versione stampabile Versione stampabile

Comments are closed.