Lot e la moglie di sale

… fuggi per la tua vita. Non guardare indietro e non fermarti dentro la valle…
…ora la moglie di Lot guardò indietro e divenne una statua di sale…

(Genesi XIX, 17, 26)

Racconta Lot: “Ricordi tu quel giorno / che Sodoma e Gomorra son bruciate?
Cadevano saette tutt’attorno / le bombe a centinaia son scoppiate.
Un angelo m’apparve, assai splendente: / “Con la famiglia vedi di scappare
e lascia tutto, non portare niente / e non voltarti indietro per guardare!”

Ma con le mogli la ragion non vale: / lei si voltò per una sbirciatina
e un blocco diventò di puro sale!” / “E l’hai lasciata lì la poverina?”
“Ma com’ho detto ero rovinato / un miserabilissimo fuggiasco,
una fortuna simile ho pensato / non capita nemmeno se rinasco.

Una fortuna simile ho pensato / non capita nemmeno se rinasco:
il sale ha un gran valore di mercato / l’ho rivenduta a pezzi su a Damasco!
Una fortuna simile ho pensato / non capita nemmeno se rinasco:
il sale ha un gran valore di mercato / l’ho rivenduta a pezzi su a Damasco!”

–                                                                                                         Eraldo Giulianelli

 

G – G – G – D  –  D – D – D – E

CTK-Rhy 005b -> t=120  –  Vox 22+14

Versione stampabile Versione stampabile

Comments are closed.